Si aprirà il 21 settembre la nuova call del programma di cooperazione territoriale Europa Centrale, che finanzia iniziative in tema di innovazione, energia, risorse naturali e culturali e trasporti che hanno l’obiettivo di migliorare la vita e il lavoro nelle città e regioni dell’Europa centrale coinvolte dal programma.

Tra le altre misure, il bando è rivolto al miglioramento delle capacità di gestione ambientale integrata per la protezione e l’uso sostenibile del patrimonio e delle risorse naturali. La misura volta al miglioramento delle capacità per un utilizzo sostenibile del patrimonio e delle risorse culturali richiederà invece un focus sulle industrie culturali e creative (ICC) quali l’imprenditorialità delle CCI, le politiche delle CCI, la cooperazione trans-settoriale e i legami delle CCI con altri settori e tecnologie innovative.

Territori ammissibili: Austria, Croazia, Polonia, Repubblica Ceca, Slovenia, Slovacchia e Ungheria; 8 land della Germania (Baden-Württemberg, Bayern, Berlin, Brandenburg, Mecklenburg, Vorpommern, Sachsen, Sachsen-Anhalt, Thüringen) e 9 regioni dell’Italia (Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano).

Entità del contributo: fino all’80%

Beneficiari: enti pubblici e privati con sede nei territori ammissibili  

Scadenza: 28 gennaio 2018