tourscandinavo

Norvegia e Svezia, mercati chiave per i vini italiani e piemontesi, ospiteranno a febbraio tre importanti eventi di promozione organizzati con il supporto di Ideazione

Sono 30 i produttori coinvolti nel tour scandinavo che partirà il 15 febbraio con il Barolo&Friends a Oslo: l’evento, rivolto ai wine-lovers, ai professionisti del settore e ai rappresentanti del monopolio norvegese, si svolgerà in un’unica giornata presso il foyer del teatro Det Norske Teatret.

Previste diverse sessioni mirate per massimizzare l’efficacia promo-commerciale dell’iniziativa: vi saranno infatti seminari rivolti a professionisti del settore e del monopolio, degustazioni in modalità walk around tasting, una Masterclass con abbinamento di vini a diverse stagionature di Parmigiano Reggiano e condotta da Liora Levi, 2 volte Miglior Sommelier della Norvegia, e una Masterclass dedicata ai wine-lovers norvegesi, condotta dal sommelier Sandro Minella.

Giunta alla sua terza edizione, la manifestazione quest’anno vedrà la partecipazione anche del Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano.

Il giorno successivo il consorzio di promozione farà tappa a Trondheim, terza città della Norvegia, strettamente legata anche alla Svezia da solidi rapporti commerciali, per una grande degustazione rivolta a wine-lovers, importatori e operatori locali. Al termine dell’evento, che avrà luogo presso l’hotel Radisson Blu Royal Garden, una cena, durante la quale i produttori potranno presentare i propri vini agli importatori presenti e a ospiti selezionati.

L’evento è organizzato insieme al giornalista Ulf Dalheim, collaboratore della nota rivista Adresseavisen (fondata nel 1767), organizzatore di corsi ed eventi sul vino per il wine club VinPuls che, con oltre 3000 membri, è uno dei più grandi al mondo.

Il 17 febbraio ci si sposta in Svezia per l’evento “L’Italia del vino: le eccellenze di Slow Wine e de I Vini del Piemonte” presso il  Grand Hotel di Stoccolma. Dopo il successo della tappa giapponese, vedrà di nuovo insieme 60 tra produttori piemontesi del Consorzio e produttori italiani de la guida dei vini ”Slow Wine”, edita da Slow Food Editore.

L’attenzione per una produzione artigianale del vino, per i suoi protagonisti, per una gestione sostenibile del vigneto, per le qualità organolettiche del vino associate a un’aderenza territoriale degli stessi, saranno i temi principali dell’evento.

La manifestazione sarà articolata in due sessioni distinte, una riservata ai consumatori finali e una ai professionisti, e sarà arricchita da due seminari dedicati ai professionisti. Ci aspettiamo una grande partecipazione di privati, membri dei Wine Club e stakeholder.

 

enricopanirossi