Vinitaly 2018: è ancora in crescita il trend che rende la fiera ogni anno più internazionale, a conferma della continua espansione dell’export italiano

 

Ha chiuso i battenti da una settimana la più importante fiera del vino italiana, che si è tenuta a Verona dal 15 al 18 aprile.
Molto positivo il bilancio, stando ai dati pubblicati dall’ANSA al termine della manifestazione: in linea con lo scorso anno si è registrato un numero di partecipanti pari a 128mila unità, provenienti da 143 paesi diversi.
Aumenta invece ulteriormente e in modo significativo il numero di buyer esteri accreditati, che registrano un +6%; in particolare crescono quelli provenienti da USA, Cina, Nord Europa, Paesi Bassi, Polonia e triplicano quelli provenienti da Israele.

Vinitaly resta quindi un appuntamento inderogabile per le aziende vinicole italiane e un’iniziativa fondamentale per Ideazione, per incontrare partner e clienti che supportiamo nell’internazionalizzazione del vino.

Le nostre colleghe Francesca e Carlotta raccontano di una fiera sempre più internazionale, in cui è immediatamente visibile l’aumento di rappresentanti di mercati emergenti; uno spazio in cui incontrare quasi contemporaneamente partner e collaboratori di diverse parti del mondo.
Il nostro obiettivo?
Definire il calendario di eventi del 2018, creare contatti per nuove collaborazioni, incontrare i partner con cui lavoriamo regolarmente.

A fiera conclusa le colleghe condividono con noi alcune riflessioni generali e ci segnalano la crescente presenza di alcune regioni italiane un tempo poco aperte e pronte ai grandi mercati soprattutto esteri; tra queste la Sicilia che, edizione dopo edizione, si conferma come una delle regioni più in crescita in termini di interessi da parte dei paesi esteri.
Un’altra tendenza da sottolineare è l’importanza sempre maggiore che stanno assumendo i vini autoctoni, un’attenzione alle peculiarità dei territori regionali che esalta i profumi e le caratteristiche del terroir e rende il vino espressione identitaria del luogo in cui viene prodotto.
Una fiera sempre più orientata al professionista, al business e alla promozione del vino italiano che non manca però di iniziative per i wine lovers, raccolte nel fuori salone: Vinitaly and the City.