Le Province italiane e le UPI, Unioni provinciali a livello regionale, possono proporre progetti, in partenariato con minimo due e massimo quattro enti partner, pubblici o privati, operanti nel settore delle politiche giovanili. I progetti, della durata di 6/12 mesi, dovranno coinvolgere attivamente giovani dai 14 ai 35 anni con l’obiettivo di favorirne l’inclusione sociale, soprattutto in relazione a giovani immigrati, stimolare la creatività e l’inserimento socio-lavorativo, promuovere la cittadinanza attiva. Sono finanziabili, tra le altre attività, azioni di sostegno all’imprenditorialità, azioni di promozione e valorizzazione del territorio, produzione di eventi culturali, attività formative e informative.

In dettaglio

  • Territori ammissibili: Territorio nazionale
  • Entità del contributo: 67% dei costi totali per un budget minimo pari a 80.000 euro
  • Beneficiari: Province e UPI regionali in qualità di capofila, enti pubblici e privati del settore giovanile in qualità di partner
  • Scadenza: 26 giugno 2013
enricopanirossi