I Comuni e i gruppi di comuni aventi una popolazione complessiva di almeno 100.000 abitanti possono ottenere un contributo per la realizzazione di progetti di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. Tra le iniziative previste: piedibus, car-pooling, car-sharing, bike-pooling e bike-sharing, la realizzazione di percorsi protetti per gli spostamenti, anche collettivi e guidati, tra casa e scuola, a piedi o in bicicletta, di laboratori e uscite didattiche con mezzi sostenibili, di programmi di educazione e sicurezza stradale, di riduzione del traffico, dell’inquinamento e della sosta degli autoveicoli in prossimità degli istituti scolastici o delle sedi di lavoro, anche al fine di contrastare problemi derivanti dalla vita sedentaria. Tali programmi possono comprendere inoltre la cessione a titolo gratuito di «buoni mobilità» ai lavoratori che usano mezzi di trasporto sostenibili

Territori ammissibili: Territorio nazionale

Entità del contributo: non specificato

Beneficiari: enti pubblici in forma singola e associata

Scadenza: 10 gennaio 2017

enricopanirossi