C’è qualcuno che, ancora, pensa che i Social Media non siano uno strumento centrale per una strategia di promozione turistica? Forse una visita al portale Visit Denmark fugherà gli ultimi dubbi: l’ultima iniziativa di marketing della destinazione, infatti, è completamente incentrata sull’uso di Instagram e dell’ormai immancabile hashtag.

Anzi, c’è di più. Perché in questo caso l’hashtag diventa elemento centrale della comunicazione, così:

egeskov-skilt-og-slot_1024x576

Visit Denmark, in sintesi, ha identificato 50 “most shareable places”, individuandoli visivamente con cartelli turistici che, immediatamente, invitano i turisti alla condivisione tramite Instagram (e Twitter, e Facebook…). Un modo decisamente pragmatico per sostenere una campagna social: nel “mare magnum” degli hashtag, fornire quello ufficiale può avere il vantaggio di convogliare tutti i post su una specifica parola-chiave – in questo caso assicurando una corretta scrittura, cosa non secondaria se consideriamo la non semplicissima ortografia danese.

Ma, al tempo stesso, non è un po’ perdere la spontaneità e la creatività che sta dietro a ogni hashtag che usiamo quotidianamente?


La sezione di Visit Denmark
dedicata all’iniziativa
50 “most shareable places”