Si terrà il 28 ottobre a Cortemilia, presso Cascina di Monteoliveto, la Conferenza Stampa di presentazione di “EduCulTuriamoci”, il progetto di valorizzazione del polo sensoriale ed educativo dell’Alta Langa.

 

 

La Cascina di Monteoliveto, proprietà del Comune di Cortemilia, completamente ristrutturata grazie a fondi europei, è oggi la sede dell’Ecomuseo dei Terrazzamenti della vite e accoglie ogni anno ragazzi provenienti da diversi paesi europei nell’ambito del progetto Erasmus+, è sede di laboratori didattici e progetti formativi con le scuole locali e ospita campi di volontariato.
Una struttura dal grande potenziale che vuole essere espresso al meglio grazie al progetto EduCulTuriamoci.

Il progetto nasce con l’idea di rivalutare e promuovere il potenziale di Monteoliveto, grazie alla creazione di una nuova associazione che possa aiutare il comune nella sua gestione, con lo scopo di creare un polo sensoriale ed educativo: un’offerta turistica e culturale completa per coinvolgere scuole e giovani, non vedenti e diversamente abili. Parallelamente il progetto vorrebbe coinvolgere aziende, istituzioni ed entità locali per attivare partnership e collaborazioni e aprire una prospettiva di progettualità europea.

Ideazione ha avuto un ruolo importante durante la fase di progettazione, supportando Fabrizio Gallo, ideatore dell’iniziativa, nelle varie fasi progettuali. Ideazione inoltre avrà un ruolo di accompagnamento e supporto della associazione nella gestione della struttura attraverso attività di tutoraggio e formazione.

Domenica 28 ottobre la Cascina di Monteoliveto aprirà le porte al pubblico, con una giornata inaugurale che prevede un primo momento istituzionale riservato a sindaci, enti, giornalisti e aziende locali con l’intervento di Enrico Ferrero, Amministratore Delegato di Ideazione, che sottolineerà l’importanza di creare una rete di imprese e attività in una realtà come l’Alta Langa.
Verrà inoltre inaugurata Senseood, una mostra sensoriale sviluppata in diverse sale, che vuole dimostrare come si possa aprire un’attività a persone diversamente abili e come sia possibile unire enogastronomia, musica e arte con un tema di sviluppo sociale, con la cultura e con l’educazione.
Alle 11.30 inizierà invece il concerto aperto al pubblico del “Pianoforte che dipinge”, uno strumento brevettato e presentato dall’associazione L’Arca del Blues di Lecce che unisce la musica con la pittura. A seguire sarà organizzata una degustazione sensoriale gusto-olfattiva di vino e prodotti gastronomici tradizionali.