Dopo il successo della tappa astigiana, il corso “Comunicare il Vino” arriva a Brescia

 

Parole come tradizione, innovazione, qualità non bastano più per comunicare e vendere il vino italiano. Ecco perché, in un mercato affollato come quello attuale, è indispensabile andare oltre e trovare ciò che rende davvero unico il proprio marchio.

Il corso “Comunicare il Vino”, realizzato da Enora, GB Export e Gheusis, ha l’obiettivo di fornire strumenti nuovi e unire voci diverse, complementari, con un approccio multidisciplinare.

Il corso, in programma a Brescia il 17 e 18 maggio, andrà alle radici dello storytelling, toccherà i principi del public speaking per conoscere le tecniche per parlare al pubblico e rendere il proprio discorso interessante per chi ascolta, fornirà elementi di neuromarketing e accennerà alle dinamiche più profonde del marketing relazionale.

Relatori delle due giornate saranno Silvia Baratta, esperta di comunicazione del vino e docente, Gianni Fabrizio, critico enologico e lo scrittore Tiziano Gaia.

Durante le lezioni si terranno esercitazioni pensate per rendere ulteriormente concreta la proposta formativa. Il corso è rivolto a professionisti del vino, dai produttori ai responsabili commerciali delle cantine, dai sommelier alle agenzie di comunicazione fino agli operatori del settore.

Dopo l’appuntamento di Brescia, le tappe successive saranno in Emilia Romagna (14 e 15 giugno) e Firenze (12 e 13 luglio), dove interverranno come ospiti il giornalista e blogger Andrea Gori ed il sommelier Sandro Minella.

Per info:

info@enora.wine

tel. 338-7609743