A dispetto della crisi internazionale, il turismo continua a crescere. E lo fa per il quarto anno consecutivo: sono queste le principali evidenze del rapporto “Economic Impact 2014” rilasciato dal World Travel and Tourism Council. Più nel dettaglio, il settore contribuisce per quasi il 10% alla complessiva economia mondiale, con oltre 250 milioni di persone impiegate (un lavoratore su undici è impiegato nel settore dei viaggi e del turismo).

Tutto bene, o quasi. Perché se il dato positivo è spinto soprattutto dai paesi emergenti di Asia e America Latina – Cina, Russia, Brasile, Indonesia, Turchia ed Egitto guidano la classifica – è anche vero che proprio i cittadini di quei Paesi scontano le difficoltà maggiori a viaggiare, soprattutto per la burocrazia che governa la concessione dei visti. E pensare che – secondo studi del WTTC e del UNWTO – una maggiore semplicità nel processo di rilascio dei visti porterebbe nei paesi del G20 altri 200 miliardi di dollari e 5 milioni di posti di lavoro entro il 2015…


Lo studio originale
è disponibile sul sito del WTTC.


Il rapporto del WTTC
anche in versione interattiva