È in dirittura d’arrivo il campus per i giovani imprenditori della montagna.

 

 

È con un viaggio formativo a Brusson che è ricominciato ReStartAlp 2018 dopo la pausa estiva: i giovani imprenditori sono stati accompagnati nella piccola località turistica valdostana dallo scrittore Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega 2017 con il suo libro “Le otto montagne”.

Con l’obiettivo di conoscere alcune tra le realtà più importanti che operano sul territorio, i partecipanti sono entrati in contatto in modo pragmatico e operativo con chi vive e lavora nella zona, ne hanno colto lo spirito e la filosofia e hanno compreso i meccanismi gestionali e organizzativi di alcune imprese innovative e virtuose che operano in ambiente montano.

L’idea alla base dell’esperienza è quella di far comprendere ai giovani aspiranti imprenditori come vivere in montagna e come poter dare il proprio contributo alla rivitalizzazione del territorio, per potarli a immaginare nuove idee e per trarre spunti utili ai loro progetti.

I ragazzi hanno visitato durante la giornata la baita dello scrittore Paolo Cognetti, in Val d’Ayas, che vuole essere trasformata in un rifugio per ospitare i frequentatori della montagna, con il desiderio (forse non più utopico) che diventi un esempio di ospitalità senza consumi e senza rifiuti.

Hanno inoltre avuto modo di confrontarsi con gli operatori forestali e apprendere alcune nozioni sulla complessa gestione agronomica delle aree verdi, e conoscere altri imprenditori valdostani che raccontando la loro attività hanno chiarito il significato di fare impresa in montagna, con l’obiettivo comune di ripopolare le aree depresse e sostenere un nuovo modo di vivere la montagna.

Al rientro a Cadarese, sede del Campus, i ReStartAlpini hanno quindi ripreso la quotidianità del percorso, affrontando le ultime settimane dedicate al perfezionamento del progetto d’impresa nell’ambito del laboratorio di creazione di impresa curato da Ideazione: a fine settembre, infatti, i giovani aspiranti imprenditori della montagna presenteranno ufficialmente i progetti alla commissione di valutazione. Sarà la prima vera occasione in cui mettere alla prova quanto appreso e maturato durante il Campus; tuttavia i partecipanti avranno poi ancora un mese a disposizione per ultimare i loro business plan: a fine ottobre è infatti fissata la scadenza per la consegna dei loro progetti, che saranno poi valutati da una commissione che individuerà tre progetti meritevoli di un premio per l’avvio della start up.