Gal in Piemonte: come accedere ai contributi sviluppando un progetto integrato di filiera

È attiva la nuova programmazione dei Gal Piemontesi, Gruppi di Azione Locale che si occupano dell’animazione e promozione dello sviluppo rurale.

Con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo e la rivitalizzazione delle aree rurali e montane i Gal supportano, tra le altre cose, le filiere produttive agroalimentari o artigianali tipiche di queste aree.

Diversi Gal piemontesi hanno recentemente lanciato i bandi per la costruzione di PIF – Progetti integrati di filiera.

Si tratta di un’ottima opportunità sia per le aziende, che possono accedere a contributi fino al 50% della spesa complessiva, sia per il territorio e, in particolare, la filiera all’interno della quale operano.

I PIF devono essere costituiti da almeno tre soggetti appartenenti alla stessa filiera agroalimentare o artigianale (ad es. vino, formaggi, miele, nocciole, ortaggi..), che condividono obiettivi comuni di sviluppo e stipulano un accordo di collaborazione triennale.

Almeno due aziende aderenti al PIF devono inoltrare domanda di contributo per interventi di miglioramento, che rispondano agli obiettivi aziendali e al contempo favoriscano la competitività della filiera nel suo complesso e, indirettamente, di tutte le imprese che vi aderiscono.

Le spese per le quali sono previsti i contributi sono: spese edili di recupero e miglioramento strutturale, acquisto di macchinari e attrezzature, miglioramento energetico, programmi informatici e innovazione tecnologica.

Destinatari del bando sono gli imprenditori agricoli professionali, le microimprese di trasformazione, di commercializzazione o dei servizi che operano nel settore agricolo, dell’artigianato o della ristorazione.

Molte aziende, che avrebbero i requisiti per accedere ai contributi, possono incontrare delle difficoltà a partecipare al bando. Secondo la nostra esperienza, i principali ostacoli sono: l’individuazione di altre aziende della filiera con le quali stringere “accordi di filiera”, lo sviluppo di un progetto integrato che abbia un’effettiva ricaduta positiva sia su tutti i componenti della filiera che sul territorio e, non da ultimo, la redazione di tutta la documentazione utile a partecipare al bando.

Per non perdere un’interessante opportunità di contributo e, al contempo, essere parte attiva nello sviluppo del tuo territorio, contatta, senza impegno, il nostro settore progetti e consulenze: saremo pronti a fornirvi informazioni sulle modalità di partecipazione, a supportarvi nello sviluppo di un progetto di integrato di filiera (PIF) e nella redazione di tutta la documentazione necessaria per partecipare al bando!

Ad oggi i bandi aperti riguardano i territori dei Gal Langhe Roero Leader, Gal Valli Gesso Vermenagna Pesio, Gal Borba Alto Monferrato e Gal Tradizione delle Terre Occitane.

Vi invitiamo a visionare i siti dei Gal per scoprire i termini per la presentazione delle domande di sostegno (la maggior parte intorno a metà settembre) e il calendario degli incontri organizzati dai Gal, la cui partecipazione è un requisito fondamentale per l’ammissibilità della successiva domanda di finanziamento, finalizzati ad illustrare i contenuti e le modalità di partecipazione al Bando.

Settore Progetti e Consulenze: Annagloria Buonincontri buonincontri@ideazionesrl.it | 0173 440452

 

enricopanirossi