Siamo al lavoro sullo studio e sulla redazione di un piano di marketing turistico per la Strada del Franciacorta, al fine di potenziare i risultati ottenuti fino a oggi e consolidare il sistema integrato di offerta turistica.

 

Fondata nel 2000, la Strada del Franciacorta si occupa della promozione e dello sviluppo del potenziale turistico dell’area, che si estende per oltre 200 km quadrati tra il Lago d’Iseo e la città di Brescia. La Strada del Franciacorta comprende 19 comuni, tutti in provincia di Brescia, e più di 100 soci tra strutture ricettive, ristoranti, attività commerciali e società di servizi.
È ad oggi un vero punto di riferimento per turisti e tour operator, fornendo loro un supporto organizzativo per la pianificazione di itinerari e visite guidate sul territorio. L’associazione organizza e gestisce inoltre diverse attività promozionali, in particolare legate al settore dell’enogastronomia.

Il territorio della Franciacorta ha una lunga storia legata alla coltivazione della vite, che risale all’epoca preistorica e che dura fino ai giorni nostri, sebbene il successo sui mercati nazionale e internazionali sia più recente. La sfida, ora, è affermare la Franciacorta come destinazione turistica enogastronomica a tutto tondo.

Ideazione è stata scelta dalla Strada del Franciacorta anche in virtù dell’esperienza e la competenza maturate durante anni di lavoro nell’ambito del turismo enogastronomico al servizio del territorio di Langhe e Roero e, in particolare, della Strada del Barolo e grandi vini di Langa.

Sarà un lavoro di concertazione con il territorio, che definirà vision e brand identity della Strada del Franciacorta, con l’elaborazione di strategie di marketing tese al miglioramento del posizionamento dell’area sul mercato turistico, all’aumento dei turisti e all’incremento dei visitatori.

Si è tenuto venerdì 16 novembre presso la sede della Strada del Franciacorta il primo incontro operativo con il Presidente, una parte del direttivo e lo staff dell’ente, con lo scopo di definire gli obiettivi del servizio, i risultati attesi e la metodologia di lavoro con i tempi specifici previsti. Sono inoltre stati determinati gli strumenti di comunicazione e informazione da utilizzare durante il lavoro progettuale.

Nelle prossime settimane lo staff di Ideazione sarà impegnato nella fase di analisi del contesto e dello storico, che sarà svolta attraverso la ricerca e il reperimento di dati e informazioni e, soprattutto, tramite la conduzione di interviste e processi di ascolto con i principali stakeholders locali.

 

 

Photo credits: DiWineTaste