Prosegue il lavoro dei candidati alla conduzione sperimentale del Museo della Ceramica di Savona, che sono impegnati a partire dal mese di maggio nell’elaborazione e stesura del business plan di gestione del museo.

Il progetto, nato per esaltarne le potenzialità e per valorizzarne il patrimonio culturale, prosegue seguendo diverse fasi e si pone come scopo la selezione di un team a cui affidare per due anni la gestione sperimentale del museo savonese.

Ha preso avvio all’inizio di marzo la fase operativa del progetto “Il Museo nelle tue Mani”: durante gli scorsi due mesi i partecipanti hanno preso parte a incontri con artigiani e commercianti della zona, appuntamenti con gli stakeholders locali e giornate formative con professionisti del settore museale italiano.
L’obiettivo? Raccogliere informazioni e dati per fotografare in modo fedele la realtà culturale, sociale ed economica della città di Savona e delle zone limitrofe.

Ottenute ora le informazioni necessarie e suddivisi in gruppi di lavoro, i candidati hanno circa due mesi per studiare, elaborare e definire il business plan che sintetizzi le caratteristiche e le peculiarità del loro progetto di gestione del Museo della Ceramica.

In questa fase decisiva del loro percorso i gruppi di lavoro sono seguiti direttamente da Ideazione, con incontri di coaching individuali tenuti da Enrico Ferrero, amministratore delegato dell’azienda e Aldo Buzio, che collabora con Ideazione nei progetti di formazione, capacity building e progettazione culturale.

È fissata a fine giugno la scadenza per la presentazione dei progetti alla commissione che valuterà e sceglierà il gruppo di lavoro a cui affidare per due anni la gestione sperimentale del Museo della Ceramica di Savona.