novara


Si delinea con sempre maggiore dettaglio il ruolo del Sistema culturale integrato novarese – il progetto della Provincia su finanziamento della Fondazione Cariplo, per il quale Ideazione svolge attività di coordinamento fra i diversi partner coinvolti – all’interno dell’offerta culturale territoriale.


Lo scorso 28 marzo, presso la Provincia di Novara, si è tenuta una conferenza stampa per presentare le attività del Sistema culturale integrato novarese: presenti i rappresentanti di tutti i partner del progetto, è stata l’occasione per fare il punto della situazione e annunciare alcune importanti novità.

A due anni dall’avvio del progetto sono già molti gli obiettivi raggiunti, altrettanti gli appuntamenti in programma: se il 2013 è stato infatti l’anno della mostra “Homo Sapiens “ – visitata al Broletto in meno di cinque mesi da oltre 35 mila persone – il 2014 sarà la volta di “Il codice della vita: dal Big Bang al giardino di casa” la mostra internazionale con cui il Comune di Novara intende di bissare il successo di Homo Sapiens.

Sotto il punto di vista degli interventi strutturali – uno degli aspetti centrali del progetto – sono stati completati i lavori di restauro e di allestimento dell’Archivio e della Sala capitolare dei Musei della Canonica del Duomo di Novara, il Comune di Novara e quello di Meina hanno siglato un accordo di partnership per il Museo di Villa Faraggiana, mentre sono ormai prossimi all’avvio i lavori di ristrutturazione dell’ex palestra del Liceo Artistico Casorati, destinata a diventare uno spazio a disposizione della vita culturale cittadina.

Altre linee d’intervento riguardano la formazione degli operatori del turismo e della cultura, affidata alla Camera di Commercio di Novara: avviato il percorso di workshop tematici dedicati agli operatori del turismo e dell’agroalimentare (i primi due sono stati realizzati nei mesi scorsi e un terzo è in programma nelle prossime settimane) per avviare e consolidare forme di collaborazione tra sistema turistico e filiere produttive di eccellenza che siano in grado di valorizzare il Novarese in vista dell’Expo 2015, connotandolo come destinazione turistica di qualità.

Altro partner importante del Sistema è l’Università del Piemonte Orientale, animatore il prossimo 3 aprile del primo Forum della cultura: rivolto agli operatori culturali, agli amministratori pubblici e alle associazioni locali, sarà utile per conoscere le opportunità offerte dal Sistema culturale e per fare rete.