Innovazione e audience engagement: sono questi gli ambiti progettuali su cui si concentrerà, nei prossimi mesi, l’ambizioso progetto di sviluppo turistico e territoriale dell’Associazione Octavia.

 

La Fondazione CRC conferma di credere e investire nel progetto Octavia: è notizia recente l’approvazione dei progetti “Octavia Smart” (candidato al Bando Provincia Smart) e “Animiamo Octavia” (candidato alla Sessione Erogativa Generale), due progetti in cui crediamo molto per lo sviluppo di un’area dal grande potenziale culturale e turistico.

Il finanziamento di “Octavia Smart” rappresenta una grande opportunità: con il progetto l’associazione vuole promuovere l’innovazione in chiave tecnologica dei servizi di informazione e promozione turistica e creare nuove opportunità di mobilità interna sostenibile nell’area di Octavia, continuando il percorso di valorizzazione e sviluppo territoriale, sia a beneficio dei residenti che allo scopo di attirare turisti e visitatori.

Il progetto, in particolare, prevede la realizzazione di un circuito e-bike per favorire la fruizione sostenibile dell’area di Octavia, incentivando gli spostamenti dei residenti, ma anche offrendo nuove opportunità di mobilità sostenibile e integrata del circuito Octavia sia a residenti che a turisti, con un sistema ancora poco diffuso sul territorio cuneese, la cui domanda è in forte crescita nell’ultimo anno.

Inoltre si prevede la realizzazione di un sistema di fruizione virtuale/reale dei beni culturali e delle risorse locali, attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie, con l’obiettivo di promuovere e diffondere la conoscenza del patrimonio culturale ed enogastronomico della zona. Cuore di questo intervento è la realizzazione di un punto promozionale dell’associazione con allestimenti multimediali nella Confraternita di Santa Croce a Scarnafigi: un percorso interattivo che prevede la sperimentazione di un processo di apertura automatica del bene, senza costi di gestione e senza presidio, che parli di Octavia, dei suoi comuni, delle tradizioni e dei punti di interesse storico e culturale.

Il tutto fruibile attraverso un’App mobile che permetterà la geolocalizzazione dei punti di interesse nell’area degli 11 comuni aderenti e l’installazione di sensori che invieranno direttamente agli smartphone, con l’App in funzione, informazioni testuali e audio ogni volta che l’utente si trova in prossimità dei beni in questione.

Il progetto “Animiamo Octavia” invece rappresenta la prosecuzione e il rafforzamento delle iniziative passate e di quelle in corso, per consolidare gli importanti risultati raggiunti nell’area del saluzzese.
L’obiettivo è quello di coinvolgere attivamente i residenti, gli operatori commerciali e le varie associazioni presenti sul territorio per renderli più protagonisti e meno spettatori del processo di sviluppo turistico e territoriale in cui Octavia si è impegnata fin dalla sua costituzione.

La strategia che abbiamo deciso di adottare è quella di puntare sulle risorse presenti per fare in modo che siano gli stessi residenti e operatori locali i portavoce e i promotori del proprio territorio.
Per questo si rende indispensabile intervenire sulla loro consapevolezza e formazione, favorendo la creazione di un gruppo di “animatori” di Octavia, che possano essere un riferimento per la promozione delle proposte di visita, dei beni culturali e delle peculiarità che il territorio di Octavia offre, coordinando le iniziative a livello locale, oltre che diverse attività e progetti di valorizzazione.

Inoltre “Animiamo Octavia” prevede di dotare i vari esercizi commerciali degli 11 comuni del saluzzese di vetrofanie da esporre nei locali con la mappa del territorio e i principali punti di interesse con i riferimenti da contattare.

Non un vero e proprio ufficio di accoglienza e informazione turistica, ma una rete di accoglienza e informazione diffusa composta da persone formate e realmente interessate alla promozione del proprio territorio.