Federico Rial ci racconta come una passione si trasforma in impresa!

Pur essendo valdostana al 100%, Paysage à Manger affonda le sue radici – è proprio il caso di dirlo – a Torino! È qui infatti che i due soci fondatori, Federico Chierico e Federico Rial, si sono conosciuti e hanno scoperto di avere qualcosa di molto importante in comune: la passione per l’agricoltura e l’amore per il proprio territorio, la Valle del Lys in Val d’Aosta.

Nell’aprile del 2016 avviano, insieme a Emanuele Panza, Rita Gros e Roberto Ronco, la loro società a Gressoney e, contestualmente, partecipano a ReStartAlp, il primo incubatore d’impresa in montagna di Fondazione Edoardo Garrone e Fondazione Cariplo. È qui che li abbiamo incontrati ed abbiamo visto crescere la loro idea imprenditoriale. Idea giudicata talmente valida da Fondazione Edoardo Garrone che ha deciso di premiarli con il servizio di tutoraggio e consulenza post campus gestito da Ideazione.

È con piacere quindi che, alla vigilia dell’inaugurazione della nuova edizione di ReStartAlp, vi presentiamo questa realtà con cui stiamo collaborando da maggio: noi li apprezziamo e stimiamo già e siamo sicuri che, dopo questa intervista, non potrete che fare lo stesso!

Come nasce l’idea di Paysage à Manger?

In Val d’Aosta l’agricoltura si identifica con l’allevamento e purtroppo questo non valorizza il territorio in quanto la produzione viene venduta alle centrali del latte senza un ritorno diretto sulla comunità. Noi invece volevamo valorizzare il nostro territorio e i suoi prodotti. Per questo abbiamo deciso di riscoprire e recuperare le antiche varietà di patata alpina ed è proprio la coltivazione e la commercializzazione di queste varietà il “core business” della nostra realtà. Avvalendoci della collaborazione della Fondazione svizzera ProSpecieRara abbiamo individuato 30 varietà antiche di patata, una coltivazione tradizionale del territorio alpino, presente in Val d’Aosta dal 1700.

A quasi un anno dalla fine di ReStartAlp come sta andando la vostra impresa?

ReStartAlp è stata un’esperienza fondamentale per la nostra impresa (che all’epoca era appena nata) e una vera boccata d’ossigeno: ci ha fornito degli strumenti concreti per realizzare la nostra idea e per poter pianificare le attività negli anni a venire. A un anno dalla fondazione la nostra produzione è raddoppiata (da 8.000 mq a un ettaro e mezzo) e la nostra offerta si è ampliata e diversificata: abbiamo creato un orto di 4.000 mq sul quale coltiviamo ortaggi antichi, ovviamente tipici dell’agricoltura alpina.

Da maggio Ideazione vi sta supportando con un’attività di consulenza e tutoraggio: è importante per una giovane impresa poter usufruire di questo servizio?

Siamo veramente soddisfatti di esserci aggiudicati questa opportunità! Per un’azienda che sta muovendo i suoi primi passi essere affiancati da persone con competenza ed esperienza è fondamentale. Nel nostro percorso di crescita e strutturazione Ideazione è un ottimo compagno di viaggio! In particolare sono contento che sia proprio Enrico Ferrero a seguirci: conosce la nostra realtà, ci ha aiutati a svilupparla attraverso il laboratorio di creazione d’impresa ma, soprattutto, conosce bene, per aver lavorato al GAL valdostano, la realtà nella quale la nostra impresa opera e, in generale, lo sviluppo d’impresa in territorio montano.  È quindi nella posizione migliore per supportarci poichè conosce le dinamiche ma, al contempo, può portare un punto di vista esterno rispetto a noi che ci viviamo!

Senza svelarci le strategie, ci puoi dire su quali attività vi state concentrando?

Il percorso di tutoraggio, che prevede 12 incontri in un anno più un budget di consulenza su tematiche specifiche, è appena iniziato. Ad oggi ci stiamo concentrando sull’individuazione del canale commerciale migliore per i nostri prodotti. Senza entrare nel dettaglio finora abbiamo venduto prevalentemente nei mercatini ora vorremmo ampliare con la ristorazione. Quindi stiamo individuando verso quali zone concentrarci, mappando potenziali clienti.

Quali sono i prossimi step previsti per la tua impresa?

La nostra impresa si amplierà ulteriormente con la frutticoltura: nella prossima primavera inaugureremo un frutteto con antiche specie della Valle del Lys. Sarà un frutteto didattico, un’opportunità esperienziale! Così come esperienziale sarà anche la vendita dei prodotti del nostro orto, che inaugura ufficialmente il 25 giugno! Accompagneremo i clienti nell’orto e potranno scegliere loro i prodotti desiderati: una vera e propria “vendita  diretta in campo”! Ovviamente vi aspettiamo numerosi all’inaugurazione!

enricopanirossi