Con la premiazione dei tre migliori progetti si è chiusa la prima edizione di ReStartApp, il campus gratuito per le nuove imprese in Appennino. Ed è già tempo di pensare all’edizione 2015, con due Campus in contemporanea e il montepremi finale raddoppiato.


Lo scorso 20 gennaio, a Roma, la Fondazione Edoardo Garrone ha premiato i tre progetti imprenditoriali vincitori della prima edizione di ReStartApp, incubatore d’impresa per il rilancio e la rivitalizzazione dell’economia appenninica, che si è svolto nell’estate 2014 a Grondona (AL) e per il quale – come già per altre iniziative di formazione della Fondazione – abbiamo seguito l’attività di business coaching e del monitoraggio complessivo del Campus.

Si sono aggiudicati i premi, per un valore complessivo di 60.000 euro: “Altavia” di Giorgio Masio (27 anni, Liguria), uno dei primi birrifici agricoli in Italia a produrre birra a “km zero” e al 100% italiana, ricavata da produzioni autoctone del territorio savonese curando l’intero ciclo di vita del prodotto, dalla coltivazione e lavorazione di luppoli e cereali fino alla birrificazione e alla distribuzione; “Centro Helix” di Filippo Resente (29 anni, Veneto), impresa che, in provincia di Rieti, affianca agricoltura e allevamento di “alta qualità” ‐ elicicoltura, zafferano e alga spirulina ‐ alla ricerca di processi produttivi sostenibili e dal basso fabbisogno energetico; il centro di produzione sostenibile “Tularù” di Miguel Acebes Tosti (33 anni, Lazio), che, nel cuore dell’Appennino reatino, si pone l’obiettivo di favorire la nascita di una delle prime “Social Valley” italiane, con il coinvolgimento diretto dei consumatori e dei residenti locali nella fase di produzione e lavorazione dei campi.

2015: ReStartApp raddoppia

La premiazione è stata anche l’occasione per presentare la seconda edizione di ReStartApp, che vedrà la realizzazione di due campus residenziali gratuiti, che si terranno in contemporanea a Grondona (AL) e Portico di Romagna (FC) dal 29 giugno al 19 settembre 2015 ‐ con una pausa nel mese di agosto ‐ e daranno la possibilità a 30 giovani aspiranti imprenditori under 35 di concretizzare le proprie idee imprenditoriali in Appennino nei settori dell’agricoltura, dell’allevamento, dell’agroalimentare e del turismo.

Per incentivare l’avvio dei tre migliori progetti di impresa sviluppati nell’ambito di ciascun campus, la Fondazione Edoardo Garrone metterà quest’anno a disposizione premi per un totale di 120 mila euro: per iscriversi c’è tempo fino a venerdì 10 aprile 2015. Tutte le informazioni su www.restartapp.it.