La promozione delle eccellenze agroalimentari negli aeroporti non è certo una novità: Camere di Commercio, associazioni di categoria e consorzi fra produttori hanno ormai intuito come siano luoghi strategici per far conoscere la produzione di qualità a chi, dal resto del mondo, arriva in Italia.

Da oggi c’è un’esperienza nuova, all’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova: protagonista Campagna Amica, che intende vendere vino, olio, pesto, miele, acciughe sotto sale, olive e sciroppo di rose ai turisti – soprattutto a quelli che sbarcano a Genova al termine delle crociere e si imbarcano sui voli per l’Europa del Nord, in particolare per Londra, Vienna e Mosca.

“Il nostro negozio – spiega Germano Gadina, presidente di Coldiretti Liguria, a Il Sole 24 Ore – darà la possibilità ai turisti stranieri di portare a casa eccellenze agricole liguri come ricordo del loro passaggio nella nostra terra. Inoltre le botteghe di Campagna amica vendono le produzioni degli agricoltori che hanno ottenuto quel marchio, che garantisce prodotti confezionati, sani, sicuri, di origine certificata e a prezzi sostenibili”.

 


Ps. A nostro avviso, comunque, l’idea più geniale per promuovere il buon cibo negli aeroporti rimane sempre la campagna “Generous Upgrader” del celebre produttore danese di cioccolata Anthon Berg: