Dopo Slovacchia e Repubblica Ceca, a giugno la Spagna ha ospitato i partner del progetto SUITES.

 

Il 27 e il 28 giugno scorsi la città spagnola di Murcia ha ospitato il terzo meeting di “SUITES – Start-Up in Tourism. European Support”, il progetto che ci vede capofila di un raggruppamento di sei partner europei per definire le buone pratiche a livello comunitario per l’avvio di nuove imprese nel settore turistico.

La due giorni spagnola è stata fondamentale per porre le basi per il portale web – uno dei principali risultati attesi dal progetto SUITES – che dal prossimo anno rappresenterà un punto di riferimento, di incontro e coordinamento a livello europeo per imprenditori, finanziatori e startupper.

La “toolbox” per le startup

La riunione di Murcia è stata fondamentale per condividere la “mappatura degli strumenti” utili alle startup e che andranno a costituire il “cuore” del portale, preparate da ciascun partner del progetto. In particolare sono stati individuati, per ciasun paese europeo coinvolto nel progetto:

  • le procedure amministrative per aprire nuova impresa, 
  • la normativa in ambito turistico (in particolare in riferimento alle professioni turistiche e alla loro regolamentazione), 
  • le opportunità finanziamento alle startup (fondi europei, bandi nazionali e locali), 
  • la ricerca di investitori potenziali e dei cosiddetti “business angels”, 
  • la ricerca incubatori di impresa, premi e concorsi per startup, i blog e i portali internet che si occupano di startup,
  • l’individuazione di opinion leader in ambito turistico, marketing e turismo sostenibile, 
  • la rassegna delle principali piattaforme di crowdfunding.

La sistematizzazione di questa mole di informazioni costituirà la base di partenza per la realizzazione del portale “SUITES”, in fase di realizzazione: una volta online, il sito sarà un “geolocalizzatore” di tutte queste informazioni, contatti e strumenti utili alle startup per identificare i partner più vicini – geograficamente, ma anche dal punto di vista del business – con cui intessere rapporti di collaborazione.

Gli incubatori per le startup: I3P per l’Italia

Tra le attività del progetto SUITES riveste particolare importanza il rapporto con gli incubatori d’impresa: ciascun partner dovrà individuarne uno per il proprio paese e, fin dalla prossima riunione in programma in Polonia, coinvolgerlo nella discussione e nelle prossime attività di SUITES. Per l’Italia la scelta è caduta su I3P, l’incubatore delle Imprese Innovative del Politecnico di Torino, Società consortile per azioni senza fini di lucro, costituita da Politecnico di Torino, Provincia di Torino, Camera di commercio di Torino, Finpiemonte, Fondazione Torino Wireless e Città di Torino.

I3P è oggi il principale incubatore universitario italiano, ed è uno dei maggiori a livello europeo. I3P ha l’obiettivo di generare nuova imprenditoria ad alta intensità di conoscenza (knowledge based), che tragga vantaggio dal rapporto stretto con il Politecnico di Torino e dalla sua capacità di catalizzare, stimolare e portare avanti iniziative imprenditoriali di frontiera.

I prossimi passi di SUITES

Oltre all’incontro in programma in Polonia a dicembre 2013, il calendario di SUITES prevede un meeting in Turchia nella primavera 2014, prima della presentazione ufficiale dei risultati del progetto – e del portale web – prevista nell’estate 2014 in Italia, ad Alba.