Quasi completata la mappatura del patrimonio culturale dei 10 comuni del territorio Vermegnana-Roya, nell’ambito del Bando Alcotra 2014-2020.

Il progetto di sviluppo turistico nell’ambito del Bando Alcotra Interreg V-A Francia-Italia (2014 – 2020) di cooperazione delle aree transfrontaliere tra Italia e Francia partito lo scorso anno, ha l’obiettivo di incrementare lo sviluppo economico e sociale della popolazione attraverso lo sviluppo turistico del territorio “Vermegnana-Roya”, lavorando sulla destagionalizzazione e sulla delocalizzazione dei flussi.

Ideazione è il soggetto individuato e incaricato dai promotori di coordinare il progetto e definire le strategie di sviluppo territoriale. La Valle Vermegnana, sul versante italiano e la Vallée de la Roya, sul versante francese, sono le protagoniste del progetto, che coinvolge 10 comuni e ci vedrà operativi fino al 2020.

Effettuati gli studi preliminari per individuare i punti di forza e di debolezza del territorio, stiamo ora completando la mappatura dei beni culturali della zona, parte di una strategia condivisa di promozione turistica e culturale sia sul lato italiano che su quello francese. Il lavoro di mappatura è funzionale alla creazione di itinerari di viaggio che, partendo dalle stazioni ferroviarie attive dei comuni coinvolti, permetterà ai turisti di visitare i piccoli centri.

Parallelamente i singoli comuni, grazie a un budget appositamente destinato, hanno avuto modo di dedicare una somma al restauro di beni culturali, all’allestimento di spazi condivisi e alla creazione di centri culturali.

Lo step successivo sarà l’individuazione di linee guida, consigli e buone pratiche perché i comuni, le associazioni e i professionisti del settore turistico continuino autonomamente il percorso di sviluppo del patrimonio culturale durante gli ultimi due anni del progetto.

Ideazione è stata incaricata dal Comune di Borgo San Dalmazzo del coordinamento, della gestione amministrativa e della rendicontazione del progetto, che è nelle mani di Manuele Berardo, un collega che vogliamo presentare, cogliendo questa occasione.

 

Laureato in Storia del patrimonio archeologico e storico-artistico presso l’Università degli Studi di Torino e conseguito il Diploma Regionale per Bibliotecario, Manuele ha frequentato subito dopo un corso post laurea in Management del turismo culturale presso l’Università degli studi di Genova in collaborazione con la Fondazione Edoardo Garrone.
È molto ricco il curriculum di Manuele, che dopo alcune importanti esperienze come ricercatore, ha deciso di tornare al suo territorio di origine, la provincia di Cuneo, dove tuttora lavora a numerosi progetti e dove ha fondato nel 2014 l’Associazione culturale Sillabaria – semi di libro realtà attiva nella valorizzazione della cultura del libro e della lettura.
Nello stesso anno Manuele ha deciso di intraprendere la sua carriera da freelance nell’ambito della progettazione culturale e nel 2016 ha dato vita con alcuni colleghi all’associazione NOAU|cultura del territorio, per dare forma a un collettivo di progettisti e operatori culturali operativi sul territorio della provincia d Cuneo.
Dal novembre 2017 è parte dello staff di Ideazione dove si occupa di progettazione e innovazione culturale.