La Fondazione Edoardo Garrone ha reso noti i tre progetti finalisti e candidati al Premio “Cattedra Edoardo Garrone” rivolto alle migliori startup in ambito turistico presentate nel corso della Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo Culturale organizzato dalla Fondazione a Siracusa nei mesi di ottobre e novembre 2012.



I progetti finalisti sono Agribike (Claudio Conforto) “Made 4 China” (Eleonora Bellavista, Stefania Marino, Angelo Petrillo, Chendan Qu, Arianna Stoli) e “Ti Garba” (Paolo Cappa e Luca Varini). La proclamazione del vincitore del premio (5.000 euro per lo startup d’impresa) è in programma martedì 2 aprile a Santa Margherita Ligure, in occasione dell’inaugurazione del nuovo corso che si terrà in Liguria.

Come da alcuni anni ormai, il nostro apporto al Corso si è concentrato sul coordinamento del laboratorio di creazione d’impresa: tutti gli undici progetti candidati erano di buona qualità e con elevato grado di fattibilità, ma i tre finalisti si sono distinti per l’originalità della proposta e il reale potenziale di sviluppo.

Agribike è una ciclostazione annessa ad un agriturismo presso la Riserva di Vendicari (Siracusa) a pochi chilometri da Noto, città celebre per la sua architettura barocca riconosciuta Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO. Il progetto mira a sviluppare una nuova forma di turismo in Sicilia, ovvero il cicloturismo, pratica in forte crescita a livello internazionale che ben si adatta alle caratteristiche del territorio siciliano, in particolare nell’ottica di destagionalizzare i flussi turistici sull’isola.

Made4China è una società di consulenze per imprese turistiche che vogliano qualificare la propria offerta nell’ottica di allinearsi alle richieste della domanda cinese. La Cina è un bacino di domanda che sta aumentando esponenzialmente e rispetto cui le aziende turistiche italiane appaiono ancora arretrate. La società mira a colmare il gap esistente tra servizi offerti e richieste della domanda.

TiGarba è un’originale formula ricettiva che unisce al servizio di pernottamento e colazione anche la possibilità di acquistare gli arredi interni (rigorosamente made in italy) e i prodotti tipici agroalimentari e dell’artigianato locale. Con sede nella provincia di Pistoia, a due passi da Montecatini Termi, il progetto dei due giovani startupper si distingue per originalità e innovazione e punta a qualificare l’esperienza professionale delle famiglie dei proponenti (titolari rispettivamente di una ditta di trasporti e di una società di vendita di antiquariato) unitamente alla passione per il turismo dei proponenti stessi.

Nel 2012 il Premio era andato a Valeria Baglieri di NeWine, società di servizi di marketing e organizzazione eventi per aziende agroalimentari della sud Italia. Nel 2011 ad aggiudicarsi il premio era stata un’altra siciliana, Daniela Seggi, con Raduni in Sicilia, agenzia di organizzazione di raduni automobilistici a scopo turistico. Nel 2010, infine, il premio era andato a Carlo Camarda di Occhi di Ulisse, società di DMO specializzata nella promozione turistica dell’Italia in India.